Per non dimenticare MAI

Il 12.11.2003 avviene il  primo grave attentato di "An Nassiriyah"(Irac).  Alle ore 10:40 ora locale  le 08:40 in Italia, un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti la base MSU (Multinational  Specialized Unit) italiana dei Carabinieri,

provocando l'esplosione del deposito munizioni della base e la morte di diverse persone tra Carabinieri, militari e civili. Il Carabiniere Andrea Filippa, di guardia all'ingresso della base "Maestrale", riesce ad uccidere i due attentatori suicidi, tant'è che il camion non esplode all'interno della caserma ma sul cancello di entrata, evitando così una strage di più ampie proporzioni. I primi soccorsi furono prestati dai Carabinieri stessi, dalla nuova polizia irachena e dai civili del luogo. Nell'esplosione rimase coinvolta anche la troupe del regista Stefano Rolla che si trovava sul luogo per girare uno sceneggiato sulla ricostruzione a Nassirya da parte dei soldati italiani, nonché i militari dell'esercito italiano di scorta alla troupe che si erano fermati lì per una sosta logistica.

 Capitano Massimiliano FICUCIELLO, S.Tenente Enzo FREGOSI, S.Tenente Giovanni CAVALLARO, S.Tenente Alfonso TRINCONE,   S.Tenente Filippo MERLINO, M.A.S. Alfio RAGAZZI, M.A.S. Massimiliano BRUNO, Mar. Capo Daniele GHIONE, Mar. Capo Silvio OLLA, Brigadiere Giuseppe COLETTA,  Brigadiere Ivan GHITTI, V. Brig.  Domenico INTRAVAIA, App. Horatio MAIORANA, App. Andrea FILIPPA, Caporal Maggiore Emanuele FERRARO, Caporal Maggiore Alessandro CARRISI, Caporal Maggiore  Pietro PETRUCCI, Dottor Stefano ROLLA, Signor Marco BECI.

 

 

Chi è online

Abbiamo 24 visitatori e nessun utente online

Contattaci