Spettacolo teatrale del 19 novembre 2022

I CARABINIERI E LE ISTITUZIONI RICORDANO IL GENERALE C.A. DALLA CHIESA  E LA MOGLIE EMANUELA SETTI CARRARO CON LO SPETTACOLO TEATRALE "FORTE COME LA MORTE E’ L’AMORE"

 Nell’ambito delle attività finalizzate a commemorare la figura del Generale di Corpo d’Armata Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso dalla mafia insieme alla moglie Emanuela Setti Carraro il 3 settembre 1982 mentre era Prefetto di Palermo, la sezione di Sondrio dell’Associazione Nazionale Carabinieri, in collaborazione con il Comando Provinciale Carabinieri di Sondrio, ha organizzato lo spettacolo teatrale dal titolo “Forte come la morte è l’amore”,

tratto da un testo appositamente scritto e messo in scena dall’Associazione culturale Mnemosyne di Monza. La rappresentazione prevede la presenza di cinque attori che, attraverso i diari, le lettere, alcune interviste dell’epoca, coadiuvati da immagini e da un accompagnamento musicale per sottolineare la drammaticità degli eventi, narrano la vita, le vicende, il carattere e gli stati d’animo del Generale Dalla Chiesa e della moglie Emanuela Setti Carraro.

Lo spettacolo, che ha lo scopo di promuovere la memoria nelle nuove generazioni cronologicamente distanti dagli eventi in esame della vita di un fedele servitore dello Stato ponendo l’accento sul significato del sacrificio, della responsabilità civile e del senso delle Istituzioni, sarà messo in scena presso il Teatro Sociale di Sondrio il 19 novembre 2022 con due rappresentazioni, entrambe con ingresso gratuito: la prima, al mattino alle ore 10,30 destinata agli studenti delle scuole superiori di secondo grado che parteciperanno in massa grazie all’intesa formulata con l’Istituto Scolastico Territoriale; la seconda alla sera, alle ore 21,00, rivolta alla cittadinanza ed alle Autorità locali.

L’evento, patrocinato dalla Prefettura di Sondrio, dal Comune di Sondrio, dall’Amministrazione Provinciale e dal Consorzio BIM dell’Adda di Sondrio, è stato realizzato grazie al valido contributo della Banca Popolare di Sondrio, del Consorzio BIM dell’Adda e dell’Amministrazione Provinciale di Sondrio, che hanno recepito a pieno l’alto valore dell’iniziativa.