Carabinieri - News

Carabinieri - News

Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it
  • ERCOLANO: CARABINIERI SEQUESTRANO 8 TONNELLATE SIGARETTE CONTRAB

    ERCOLANO (NAPOLI) (ITALPRESS) - I Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco hanno arrestato una 51enne per contrabbando di sigarette. Nel corso di controlli nel capannone di una ditta di parcheggio mezzi pesanti gestita dalla donna, i militari di Ercolano hanno scoperto che usando un gioco di sporgenze e rientranze della costruzione era stato ricavato un locale segreto. All'interno sono state rinvenute e sequestrate 800 casse di sigarette di contrabbando, pari a 8 tonnellate di "bionde" illegali, che si stima avrebbero fruttato fino a un milione di euro. (ITALPRESS).
  • ROMA: SCOPERTO ALLEVAMENTO 'LAGER', SEQUESTRATI 59 ANIMALI TRA CAVALLI, PONY E ASINI (2)

    (AdnKronos) - L'attività ha posto fine a una vicenda iniziata nel 2013. Dalle indagini è infatti emerso che gli animali sono stati sottoposti, per crudeltà e senza necessità, a sevizie, in quanto si trovavano in condizioni incompatibili con le loro caratteristiche etologiche, abbandonati a se stessi e rinchiusi all'interno dell'area senza ricoveri adeguati, privi di cibo e acqua nonostante le numerose prescrizioni impartite dalla Asl competente. Nei giorni scorsi, i Carabinieri e il personale Asl, intervenuti sul posto a seguito di una segnalazione di 'Legambiente Onlus', avevano già sequestrato altri due equidi appartenenti allo stesso proprietario che sono stati trasportati d'urgenza in strutture specializzate in quanto rinvenuti in gravi condizioni di salute. Uno degli equidi è successivamente deceduto per le patologie da cui era affetto e nei prossimi giorni verrà sottoposto ad esame autoptico per accertare le cause del decesso. Gli animali sono stati affidati in custodia ai responsabili legali di 'Legambiente Onlus' e all'associazione 'Progetto Islander', in attesa del trasporto in siti idonei e dell'eventuale affidamento. Le operazioni di sequestro sono state effettuate con la collaborazione di un elicottero del Gruppo Volo Nucleo Elicotteri Carabinieri di Pratica di Mare che ha monitorato il sito dall'alto consentendo la corretta individuazione degli equidi da sequestrare. (Laf/AdnKronos)
  • Ambiente:sequestro area azienda riparazione elettrodomestici

    (ANSA) - SPILINGA (VIBO VALENTIA), 17 FEB - I carabinieri di Spilinga, insieme a personale specializzato del Nucleo operativo ecologico di Reggio Calabria, hanno sequestrato l'area su cui sorge un'attività artigianale di riparazione elettrodomestici e apparecchiature elettroniche. Nel corso di un controllo è emerso che diverse parti di terreno erano state adibite a deposito incontrollato di rifiuti pericolosi e non pericolosi, a causa della presenza di componenti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche contenenti sostanze pericolose. Inoltre è stata riscontrata la mancanza di documentazione inerente le operazioni di gestione dei rifiuti. Il titolare della ditta, un 64enne già noto alle forze dell'ordine, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia per gestione illecita e deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. (ANSA).
  • ROMA: FERMATI CON 9 KG DI BULBI DI PAPAVERO DA OPPIO, ARRESTATI

    Roma, 17 feb. (AdnKronos) - I Carabinieri della Stazione di Lavinio Lido Enea hanno arrestato due indiani, di 24 e 37 anni, regolari sul territorio nazionale, mentre trasportavano circa 9 kg di bulbi di papavero da oppio essiccati e circa 2200 pasticche di 'Spas-Primevon', un farmaco antidolorifico, illegalmente importato in Italia, che contiene oppioide sintetico. La scorsa notte, i due uomini sono stati notati a piedi, con due grossi borsoni in tela tra le mani, all'altezza della stazione ferroviaria di Lavinio, dai militari che, identificati come persone sospette, li hanno pedinati. Giunti nei pressi di Via di valle Schioia sono stati bloccati e poi perquisiti. Nei borsoni sono stati rinvenuti i 9 chili di bulbi e pasticche. Dalle prime analisi di laboratorio, i soli bulbi avrebbero fruttato quasi 500 dosi di sostanza stupefacente a base di morfina. La droga era suddivisa in 90 buste sigillate, di circa 100 grammi l'una, pronti per essere immessi sul mercato degli stupefacenti. Per i Carabinieri di Lavinio si tratta del secondo sequestro di bulbi di papavero. Lo scorso aprile, infatti, gli stessi militari avevano rinvenuto altri 25 kg di bulbi, analogamente confezionati e dunque pronti per essere smerciati. Dopo l'arresto i due sono stati trasferiti nel carcere di Velletri, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. (Laf/AdnKronos)
  • Furti: Nokia 3310 'modificato' per rubare auto, 2 arresti a Roma

    (AGI) - Roma, 17 feb. - Un vecchio cellulare Nokia 3310 usato come decoder per centraline di auto di lusso. Con questo strumento due cittadini stranieri, un 36enne del Marocco e un 33enne albanese, entrambi senza occupazione e con precedenti, riuscivano a manomettere le centraline e a decodificare i codici di accensione di auto di lusso. I due sono stati arrestati dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia Roma Trionfale perche' scoperti, in flagranza, mentre armeggiavano su una berlina in viale Bruno Buozzi al quartiere Parioli. I militari hanno scoperto che il telefonino nascondeva all'interno un decodificatore collegato all'esterno con una presa usb: una volta entrati nell'auto, i ladri collegavano il cellulare trasformato in decodificatore con un cavo direttamente alla centralina della macchina, mentre nel blocchetto d'accensione inserivano delle chiavi vergine che in pochi secondi venivano codificate con il sistema dell'auto. I due ladri sono stati sorpresi la scorsa notte dai carabinieri che transitavano nella via con un'auto di copertura e in abiti civili. Uno dei due aveva tra le mani il cellulare di vecchia generazione e l'altro un Jammer, disturbatore di frequenze, utilizzato per schermare il segnale dell'antifurto e del sistema di localizzazione. Sull'autovettura degli arrestati, parcheggiata poco distante, i militari hanno trovato una borsa contenente vari arnesi da scasso, 4 chiavi di autovetture vergini e diversa refurtiva, tra cui un borsone con all'interno diverse mazze da golf e un prezioso orologio. Un ladro e' stato sottoposto agli arresti domiciliari e l'altro e' stato portato in carcere a Rebibbia. (AGI) Cau
  • Furti: due fermi, case piene di merce rubata

    (ANSA) - PESARO, 17 FEB - Avevano in casa un 'supermercato' di merce rubata. Dalle biciclette da corsa alle stecche di sigarette, dal treppiedi da geometra per i rilevamenti altimetrici al laser, a smerigliatrici, trapani, decespugliatori, motoseghe, carica batterie, telefonini, profumi, televisori e impianti hi fi. I carabinieri di Gabicce mare hanno fermato per ricettazione due moldavi di 39 e 40 anni residenti a Cattolica. Nelle loro due case, c'era refurtiva per circa 25 mila euro di valore. I carabinieri sono partiti da una serie di furti di telefonini del giugno scorso, avvenuti a Gabicce, e dalle tracce informatiche dei cellulari sono arrivati ai loro utilizzatori, cioè i moldavi. La perquisizione nelle case ha permesso di recuperare la refurtiva, una buona parte della quale è stata riconsegnata ad un derubato di San Marino con una casa anche a Montegrimano terme. Qui, nel novembre scorso, era sparita molta merce ritrovata presso i moldavi. Oggi a Rimini l'udienza di convalida del fermo.
  • Truffe: anziani nel mirino, blitz in tutta Italia con 31 indagat

    (AGI) - Roma, 17 feb. - Un centinaio tra estorsioni e truffe ai danni di anziani di tutt'Italia, per un "fatturato" di mezzo milione di euro, sono state messe a segno da 31 persone adesso smascherate dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia. I 31 truffatori sono coinvolti nell'operazione 'Porta a porta', eseguita dai militari in Puglia, Calabria, Lazio, Lombardia e Campania. Estorsione, rapina aggravata in danno di persone anziane o comunque in condizioni di minorata difesa, violenza privata e circonvenzione di incapace sono i reati contestati a vario titolo. Sono stati effettuati perquisizioni e arresti disposti in un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Reggio Emilia su richiesta del sostituto procuratore Maria Rita Pantani. I malfattori cercavano sulle 'Pagine bianche' persone con nomi propri che erano comuni nel primo '900, per avere cosi' la certezza che si trattasse di anziani. Le vittime individuate in questo modo venivano contattate da telefonisti che si spacciavano per carabinieri, avvocati o agenti di societa' assicurative e che comunicavano al malcapitato la notizia di un grave incidente stradale in cui era rimasto coinvolto un loro parente (generalmente un figlio o un nipote) chiedendo i soldi per risolvere i guai del loro congiunto. Circa 100 i colpi commessi in tutta Italia dai truffatori per un fatturato stimato in circa mezzo milione di euro: ogni truffa infatti fruttava non meno di 4.000 euro. Ma c'e' stato anche il caso, in Liguria, di un'anziana derubata di preziosi e gioielli per 100.000 euro. Nelle intercettazioni telefoniche si sentono le vittime in lacrime dalla preoccupazione per i loro congiunti. In un'occasione un'anziana si e' resa conto del raggiro e piangendo urlava dal balcone ai truffatori in fuga di restituirle almeno la fede del defunto marito. Nel corso delle indagini, grazie alle attivita' tecniche condotte dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Reggio Emilia sono state colte in flagranza di reato 12 truffatori (4 arrestati e 8 denunciati) e recuperate somme e preziosi provento dei reati. (AGI) Red/Rap
  • Lavoro: dipendenti spiati a Tropea, denunciato ristoratore

    (AGI) - Vibo Valentia, 17 feb. - I carabinieri della Compagnia di Tropea, insieme ai militari della Cio del 14esimo Battaglione di Vibo Valentia, del Nil di Vibo Valentia e del Nas di Catanzaro, hanno effettuato controlli nelle zone urbane e rurali di Tropea e della vicina Drapia. Il proprietario di una rosticceria-pizzeria e' stato denunciato alla Procura di Vibo Valentia per avere installato impianti audiovisivi non autorizzati per il controllo a distanza dei lavoratori: elevata una salata sanzione. Nello stesso servizio, inoltre, i carabinieri hanno controllato 57 persone, 44 mezzi ed eseguito diverse perquisizioni: due domiciliari, quattro personali e tre veicolari. Inoltre hanno elevato sei contravvenzioni per violazione del Codice della strada. (AGI) Vv2/Mrg

Chi è online

Abbiamo 294 visitatori e nessun utente online

Contattaci