Carabinieri - News

Carabinieri - News

Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it
  • Ricercato per rapina a ufficio postale, arrestato

    (ANSA) - PALERMO, 19 AGO - Si è nascosto a Messina, aiutato dalla rete locale di parenti e amici, dopo aver commesso a Vigevano una rapina all'ufficio postale di Via San Pio V. In quella occasione aveva minacciato gli impiegati ed i clienti con un coltello ed aveva ferito gravemente un 43enne che, nel tentativo di bloccarlo, era stato colpito alla spalla subendo la perforazione del polmone. Le indagini avviate dalla Stazione Carabinieri di Vigevano hanno consentito di identificare l'autore della rapina in M.C., un 18enne senza fissa dimora. Il ragazzo si era nascosto prima a casa della nonna e poi presso l'abitazione di un cugino a Messina.(ANSA).
  • CASERTA: RICOGNIZIONE AEREA SU ZONA ARCHEOLOGICA, CARABINIERI SCOPRONO SITO INQUINATO

    Caserta, 19 ago. - (Adnkronos) - I carabinieri della stazione di Calvi Risorta (Caserta) insieme a quelli del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Napoli e del Nucleo Elicotteri di Pontecagnano (Salerno), hanno individuato alcune superfici inquinate da rifiuti di vario genere in tenimento del Comune di Sparanise (Caserta), dove tuttora sono in corso accertamenti. La zona inquinata è stata scoperta nell'ambito di alcuni servizi mirati alla tutela del patrimonio paesaggistico dei siti archeologici della provincia di Caserta. In particolare sono stati effettuati alcuni sorvoli, utilizzando dei drone di ultima generazione, nelle aree di Rocchetta e Croce (Caserta), Monte Maggiore e dell'antica Cales, uno dei più importanti siti archeologici campani, già teatro di numerosi scavi clandestini adopera dei cosiddetti tombaroli,  dove l'Arma ha seguito in passato sequestri di beni trafugati di notevole interesse archeologico. (Giv/Adnkronos)
  • ISPICA: DUE ARRESTI PER DROGA DOPO LITE IN PIAZZA

    ISPICA (RAGUSA) (ITALPRESS) - Litigano in piazza, arrivano i carabinieri e li arrestano con la droga. E' accaduto a Ispica. In manette sono finiti due cittadini stranieri, N.A. di 25 anni e S.M. di 34 anni, entrambi tunisini e braccianti agricoli, da diversi anni residenti nel comune del Ragusano. I due, fermati dopo la lite, sono stati condotti presso il loro domicilio per una perquisizione. Gli investigatori hanno avuto il sospetto che la lite fosse stata ingenerata da problemi legati allo spaccio di droga. Ed in effetti nell'abitazione e' stato trovato un panetto di 100 grammi di hashish, che e' stato sequestrato. Cosii' i due sono stati arrestati. La droga, che sara' analizzata dal laboratorio dell'Asp di Ragusa, se immessa sul mercato avrebbe fruttato circa 2.000 euro, secondo una stima degli investigatori. (ITALPRESS).
  • ROMA: RUBANO TROLLEY AL DISNEY STORE DI VIA DEL CORSO, 2 ARRESTI

    Roma, 19 ago. (AdnKronos) - Due cittadini sudamericani di 42 e 24 anni hanno rubato ieri pomeriggio un trolley con personaggi della Disney dallo store di via del Corso, ma all'uscita hanno trovato ad attenderli i Carabinieri della Stazione Roma Via Vittorio Veneto che li stavano seguendo. I due ladri, infatti, già noti ai Carabinieri, erano stati notati dalla pattuglia nella zona di piazza Barberini e seguiti nei loro spostamenti in attesa che compissero un passo falso. Così, quando sono entrati nel negozio di via del Corso, ai Carabinieri è bastato attenderli all'uscita con la merce rubata per arrestarli con l'accusa di furto aggravato. Il trolley è stato restituito al direttore del negozio mentre i due ladri sono stati trattenuti in attesa del rito direttissimo. (Cro-Del/AdnKronos)
  • Derubò anziano con abbraccio, giovane denunciata dai Cc

    (ANSA) - BOLOGNA, 19 AGO - I carabinieri hanno identificato e denunciato la donna che, lo scorso 8 luglio, aveva derubato un pensionato di Medicina, nel Bolognese, con la tecnica del 'finto abbraccio'. E' una 18enne nata in Spagna, già con precedenti e senza fissa dimora in Italia. Aveva avvicinato un uomo di 81 anni nella frazione di Portonovo di Medicina e, simulando un saluto affettuoso come se lo conoscesse, gli aveva sfilato dal collo una catenina d'oro del valore di 250 euro. La descrizione fatta dalla vittima e i filmati di alcune telecamere della zona hanno permesso ai militari di risalire alla ragazza, che è stata denunciata per furto con destrezza. (ANSA).
  • Roma: ruba giubbotto con borsa 'schermata', arrestato a Termini

    (AGI) - Roma, 19 ago. - Tenta furto ai danni di un negozio nell'area del forum commerciale di stazione Termini con l'escamotage della borsa 'schermata' per eludere l'antitaccheggio. Questa volta a finire in manette e' stato un cittadino russo di 41 anni, senza fissa dimora e con precedenti. I carabinieri del Nucleo Scalo Termini lo hanno sorpreso poco dopo essere uscito da un grande magazzino situato nella stazione dove aveva appena rubato un giubbotto del valore di 180 euro riponendolo all'interno di una borsa risultata schermata con lastre di alluminio al fine di distrarre i segnali delle barriere antitaccheggio. I militari hanno sequestrato la refurtiva mentre il cittadino russo e' stato trattenuto in caserma, a disposizione dell'autorita' giudiziaria e in attesa del rito direttissimo. (AGI) Man
  • Ambiente:scarico abusivo reflui in fiume Trionto,tre denunce

    (ANSA) - CROSIA (COSENZA), 19 AGO - Tre persone, tra amministratori, tecnici e gestori dell'impianto di depurazione del Comune di Crosia, sono state denunciate dai carabinieri forestale per inquinamento ambientale, scarico abusivo, deturpamento di bellezze naturali e distruzione di habitat. I provvedimenti sono scattati a seguito di un controllo sugli argini del fiume Trionto che ha fatto emergere la presenza di reflui maleodoranti. I liquidi, dopo aver percorso quasi due chilometri, si riversavano in mare in località "Pantano Martucci" di Corigliano-Rossano. Dai controlli si è accertato che l'inquinamento proveniva dallo scarico del depuratore di Crosia per il mancato trattamento dei reflui. L'impianto, già sottoposto a sequestro, risulta sottodimensionato e non adeguatamente funzionale. Secondo i rilievi che sono stati effettuati, ne sarebbero derivati danni e alterazioni dell'equilibrio chimico-fisico e biologico del corso d'acqua che ne deteriorano e compromettono l'ecosistema fluviale e lo stato di conservazione.
  • PESCARA: FALSE DIPENDENTI COMUNALI RAGGIRANO ANZIANA, DENUNCIATE

    Roma, 19 ago. (AdnKronos) - Sono quattro le pescaresi di etnia rom denunciate ieri dai Carabinieri della Sezione Radiomobile del Nor di Pescara per il reato di tentata truffa aggravata. Le donne, di 42, 53, 23 e 53 anni, erano già note alle forze dell'ordine. Classico e collaudato il copione del raggiro: le truffatrici hanno visitato un'anziana in casa fingendosi dipendenti incaricate del Comune. La vittima della truffa si è in un primo momento finta convinta, per poi riuscire ad allontanare a mani vuote le 4 finte dipendenti comunali avvertendo i Carabinieri. Raggiunte dagli agenti, ancora nei pressi dell'abitazione della vittima, le donne sono state perquisite. Rinvenuti e sottoposti a sequestro due grossi cacciaviti e svariati monili in oro, sui quali sono in corso gli accertamenti per accertarne la provenienza. Oltre all'accusa di tentata truffa aggravata, le donne dovranno rispondere anche di ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso. (Stg/AdnKronos)

Chi è online

Abbiamo 104 visitatori e nessun utente online

Contattaci