Carabinieri - News

Carabinieri - News

Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it
  • +++ ANSA CALABRIA: LE NOTIZIE DEL GIORNO ORE 18.00 +++

    (ANSA) - CATANZARO, 20 NOV - MALTEMPO: TRENO INVESTITO DA TROMBA D'ARIA, FERITI LIEVI NEL CROTONESE VENTO SBALLOTTATO CONVOGLIO, INFRANTI FINESTRINI Una tromba d'aria ha investito stamani il treno locale Catanzaro Lido-Crotone all'altezza della stazione di Roccabernarda. Il vento ha sballottato il convoglio che, fortunatamente. è rimasto sui binari. Diversi finestrini sono andati in frantumi, Tra i passeggeri vi sono alcuni feriti, due dei quali portati in ospedale, ma nessuno, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, in modo grave. Sul posto oltre ai vigili del fuoco del comando di Crotone e la del distaccamento di Sellia Marina sono intervenuti tecnici di Trenitalia. ---. MALTEMPO: TROMBA D'ARIA NEL CROTONESE, EDIFICI SCOPERCHIATI COLPITA ZONA TRA ROCCABERNARDA E CUTRO FINO A BOTRICELLO Tetti scoperchiati, alberi abbattuti, allagamenti. Sono questi gli effetti della tromba d'aria che accompagnata da violenti piogge, ha colpito la fascia ionica nel crotonese, in particolare la zona tra Roccabernarda e Cutro, arrivando fino a Botricello, nel catanzarese. I danni maggiori si sono registrati a Cutro, dove la forza del vento ha divelto i tetti di diversi edifici, tra i quali quello dell'istituto scolastico e della Banca di credito cooperativo. Diverse auto sono state danneggiate dalla caduta di tegole ed alberi. Strade e scantinati allagati sono segnalati nella zona di Botricello. ---. FERISCE GRAVEMENTE ANZIANO PER MOTIVI D'AFFITTO, ARRESTATO L'INTERVENTO DEI POLIZIOTTI HA EVITATO CONSEGUENZE PEGGIORI La Polizia ha arrestato a Lamezia Terme un quarantenne, Matteo Gaetano, dopo che l'uomo aveva aggredito, colpendolo ripetutamente alla testa con uno sgabello al culmine di una lite, una persona di 86 anni, provocandogli ferite gravi. L'intervento di una Volante del Commissariato di Lamezia, allertata con una telefonata al 113, ha evitato conseguenze peggiori. I poliziotti, dopo essere entrati nell'appartamento, hanno bloccato Gaetano mentre continuava a colpire l'anziano. Indagando sui motivi dell'aggressione, si é scoperto che tra la vittima e Gaetano c'erano da tempo contrasti in merito all'affitto dell'appartamento di cui é proprietario l'anziano, occupato dall'aggressore. Il proprietario della casa, tra l'altro, aveva fatto notificare a Gaetano un'ingiunzione di sfratto, con conseguente inasprimento dei rapporti tra i due. ---. INTIMIDAZIONE IN CALABRIA AD IMPRENDITORE DIRIGENTE LEGA LASCIATI DAVANTI RESIDENCE BOTTIGLIA CON BENZINA ED ACCENDINO Intimidazione la scorsa notte, ad opera di persone non identificate, ai danni dell'imprenditore del settore turistico Roberto Incoronato, coordinatore territoriale della Lega a Ricadi. Persone non identificate hanno lasciato davanti l'ingresso di uno dei residence gestiti da Incoronato una bottiglia contenente benzina ed un accendino. Incoronato ha denunciato l'intimidazione ai carabinieri, che hanno avviato le indagini. Sul movente, al momento, non si esclude alcuna ipotesi. Solidarietà a Incoronato é stata espressa dai coordinatori della Calabria e della provincia di Vibo valentia della Lega, Domenico Furgiuele ed Antonino Piserà, che parlano di "grave atto intimidatorio". ---. DROGA: 10 KG MARIJUANA TROVATI IN CASOLARE NEL REGGINO SCOPERTE ANCHE UN CENTINAIO DI CARTUCCE PER FUCILE Nel corso di un vasto servizio di controllo effettuato in una zona collinare di Marina di Gioiosa Jonica, i carabinieri della locale stazione in collaborazione con i militari dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria hanno rinvenuto un ingente quantitativo di marijuana e cartucce per fucili da caccia. In particolare, controllando un casolare abbandonato posto nella contrada Junchi, i carabinieri hanno trovato poco più di 10 chili di marijuana, 130 semi di canapa indiana, una bilancia di precisione e poco meno di cento cartucce calibro 20 per fucili da caccia. Tutto il materiale rinvenuto nel casolare, su disposizione della Procura di Locri, è stato posto sotto sequestro. ---. PRESCRIZIONE: ASTENSIONE PENALISTI REGGIO, 'ETERNO IMPUTATO' 'FERMAMENTE CONTRARI A MODIFICA CON STRAMPALATO EMENDAMENTO' Gli avvocati penalisti di Reggio Calabria hanno deciso di astenersi dall'attività giudiziaria per protestare contro "le sciagurate iniziative dell'attuale governo, da ultimo la cancellazione della prescrizione dopo la sentenza di primo grado", in adesione alla delibera dell'8 novembre 2018 della Giunta dell'Unione delle Camere Penali Italiane". "Siamo fermamente contrari - si legge in una nota diffusa a sostegno dell'iniziativa - alla proposta di modifica della prescrizione lanciata con uno strampalato emendamento che blocca il decorso del tempo e rende il cittadino 'eterno imputato' senza distinguere, addirittura, tra una sentenza di condanna ed una di assoluzione. Non lo facciamo perché preoccupati ed occupati a tutelare interessi della corporazione. (ANSA).
  • OSTIA: SCOPERTA PIANTAGIONE MARIJUANA, SEQUESTRATE 100 PIANTE E ARRESTATA COPPIA

    Roma, 20 nov. - (AdnKronos) - I Carabinieri della Stazione di Acilia hanno arrestato una coppia di Acilia, l'uomo di 56 anni e la donna di 50enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari avevano da tempo ''attenzionato'' una villetta di via Silvestro de Nardis ad Acilia, dove avevano percepito degli strani movimenti e un anomalo odore acre che si sprigionava dal giardino. La successiva ispezione della rimessa degli attrezzi, attigua alla villetta della coppia e ubicata nel giardino della stessa, ha permesso di rinvenire 100 piante di marijuana dal fusto di oltre un metro, con foglie e infiorescenze, adeguatamente illuminate con lampade UV, alimentate da liquido fertilizzante e tenute sotto controllo da un sofisticato misuratore della temperatura e dell'umidità. I due avevano ben attrezzato l'ambiente per la coltivazione e la lavorazione della piantagione. Le 100 piante rinvenute, del peso totale di oltre 22 kg, sono state immediatamente sequestrate insieme alla serra completa di impianto di irrigazione, illuminazione e stabilizzazione della temperatura. Oltre a ciò, all'interno della villetta sono stati sequestrati molteplici dosi di hashish e marijuana pronte per la commercializzazione e una bilancia elettronica. Gli arrestati sono ai domiciliari in attesa del rito direttissimo, come disposto dall'Autorità Giudiziaria. (Giz-Rre/AdnKronos)
  • ALIMENTI: CENTINAIO, CONTROLLI CARABINIERI OLIO A GARANZIA TRACCIABILITA'

    Roma, 20 nov. (AdnKronos) - "Campagna controllo oleario: 46 tonnellate di olio extravergine d'oliva senza requisiti di sicurezza alimentare sequestrate dai Carabinieri. Grazie al Comando Tutela Agroalimentare. Tracciabilità dei prodotti garanzia per consumatori e settore d'eccellenza". Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari Gian Marco Centinaio, su Twitter. (Sec-Arm/AdnKronos)
  • Fuga dopo incidente nel Bolognese,arrestato per omicidio stradal

    (AGI) - Bologna, 20 nov. - Omicidio stradale aggravato dal fatto di avere la patente scaduta e omissione di soccorso: queste le accusa nei confronti di un 32enne di origine rumena fermato dai carabinieri dopo essersi dato alla fuga, nella notte tra domenica e lunedi', in seguito ad un incidente che ha causato la morte di un 38enne connazionale. L'auto, un Alfa 147, dove viaggiavano cinque persone si e' ribaltata per motivi ancora da accertare ad Anzola Emilia, comune alle porte di Bologna. Un passeggero e' deceduto sul colpo mentre altri tre sono rimasti feriti e poi ricoverati all'ospedale Maggiore di Bologna. Ieri sera, i militari dell'Arma hanno individuato il conducente della vettura, anche grazie alla testimonianza di alcune persone che lo hanno visto scappare, a Castiglione dei Pepoli (Bologna) dove e' domiciliato. La sua patente era stata sospesa perche' in passato era stato trovato alla guida in stato di ebbrezza. (AGI) bo1/chc
  • MILANO: OPERAZIONE CONTRO BORSEGGI E FURTI, 27 ARRESTI

    Milano, 20 nov. (AdnKronos) - I carabinieri della Compagnia di Rho, comune alle porte del capoluogo lombardo, hanno eseguito, nelle provincie di Milano, Roma, Firenze e Mantova, un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 28 persone (21 in carcere, sei agli arresti domiciliari e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria) ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti aggravati, borseggi, rapine, furti in abitazione e ricettazione. Le indagini, iniziate nel gennaio 2018, hanno consentito di accertare l'esistenza di un gruppo criminale con base operativa in Milano, che pianificava e realizzava i colpi in tutto il Centro-Nord Italia. Le vittime erano quasi sempre persone anziane o donne; i furti avvenivano sempre all'interno di parcheggio di supermercati o esercizi commerciali; identico il modus operandi: asportavano dalle auto borse, portafogli e telefoni cellulari quando, dopo aver riposto la spesa in auto, gli anziani si allontanavano per mettere a posto il carrello. Simili anche gli espedienti per eludere le indagini: l'uso di auto intestate a prestanome o rubate; continuo cambio delle utenze cellulari. Gli approfondimenti investigativi hanno consentito di accertare la responsabilità del gruppo rispetto a 49 furti e 40 rapine in abitazione, commessi nell'arco di cinque mesi nel Centro-Nord d'Italia. (Red-Mil/AdnKronos)
  • Ruba fedi nuziali a uomo ricoverato, 59enne denunciata

    (ANSA) - FERRARA, 20 NOV - Mentre era ricoverato in ospedale ha subito il furto di due fedi nuziali in oro, ma grazie alle indagini dei carabinieri della stazione di Codigoro, nel Ferrarese, la ladra è stata identificata e denunciata. Si tratta di una 59enne che vive in zona, alla quale ieri mattina i militari hanno perquisito l'abitazione. Per arrivare alla donna è stata fondamentale la descrizione fornita dalla vittima e anche la dinamica del fatto che il derubato è riuscito a ricostruire. Dopo aver fatto 'visita' alla 59enne, i carabinieri sono riusciti a individuare anche il 'Compro Oro' a cui era stata ceduta la merce, riuscendo così a restituire le fedi nuziali al legittimo proprietario.(ANSA).
  • PALERMO: RUBA AUTO E FUGGE, ARRESTATO DOPO ROCAMBOLESCO INSEGUIMENTO

    Palermo, 20 nov. (AdnKronos) - Ruba un'auto e si dà alla fuga, ma viene bloccato al termine di un inseguimento. Accade a Palermo dove i carabinieri hanno arrestato un 32enne del quartiere Zen, che dopo aver forzato la serratura di una Fiat 600 ed essersi messo alla guida della vettura, è stato notato da una pattuglia mentre procedeva a fari spenti e velocità sostenuta in via San Lorenzo. Allo loro vista il 32enne si è dato alla fuga, ne è nato un rocambolesco inseguimento durato per circa 5 chilometri fino a quando l'auto a causa della folle velocità, ha sbandato e si è capovolta. Dopo aver ricevuto le cure da personale del 118, è stato arrestato per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Dopo la convalida dell'arresto, è stato sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. (Loc/AdnKronos)
  • ROMA: RUBANO IPHONE A CENTRO COMMERCIALE, DENUNCIATA COPPIA DI LADRI

    Roma, 20 nov. (AdnKronos) - I Carabinieri della Stazione di Ponzano Romano hanno denunciato in stato di libertà una coppia, lei 50enne e lui 51enne, entrambi originari di Roma Fidene, per il furto di uno smartphone. I militari sono intervenuti presso un centro commerciale di via Tiberina di Capena, in seguito alla chiamata di una donna che aveva denunciato il furto del suo i-phone. Tramite l'analisi delle immagini dell'impianto di videosorveglianza del centro commerciale, i Carabinieri sono riusciti a risalire ad un identikit della coppia di ladri ed hanno accertato come i due, approfittando di un momento di distrazione della donna, le avevano rubato il cellulare dalla tasca del cappotto, mentre si trovava nei pressi della cassa. Successivamente, mediante l'applicazione 'trova il mio iPhone' ed ulteriori accertamenti, i Carabinieri hanno identificato i malfattori riuscendo a ritracciarli presso la loro abitazione nella Capitale, ove hanno rinvenuto il cellulare rubato, sebbene fosse già privo di sim, in quanto gli stessi se ne erano disfatti. I due sono stati deferiti all'autorità giudiziaria di Tivoli per furto aggravato, mentre la refurtiva è stata restituita alla giovane. (Rol/AdnKronos)

Chi è online

Abbiamo 113 visitatori e nessun utente online

Contattaci