Carabinieri - News

Carabinieri - News

Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it
  • Rapina negozio cellulari con la siringa, arrestato a Sassari

    (ANSA) - SASSARI, 27 FEB - Ha rubato decine di smartphone per un valore di oltre 10mila euro dal negozio Vodafone del centro commerciale "Le Porte di Sassari" (ex Auchan), e per pararsi la fuga ha minacciato le guardie giurate con una siringa, perdendo anche il bottino. Il fatto risale a qualche giorno fa e oggi i carabinieri della Sezione operativa del Nucleo radiomobile di Sassari hanno arrestato il rapinatore, identificato grazie alle testimonianze e alle immagini immortalate dai sistemi di videosorveglianza interni. L'accusa nei suoi confronti e' rapina pluriaggravata dall'uso delle armi e dall'aver cagionato alla parte offesa un danno patrimoniale di rilevante gravita'. (ANSA).
  • Droga: traffico di cocaina in Friuli, due arresti

    (ANSA) - UDINE, 27 FEB - Due uomini di 33 anni, un cittadino dominicano e un cittadino italiano di origine dominicana, sono stati arrestati giovedi' dalla Polizia per traffico di sostanze stupefacenti, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa all'esito di un'indagine condotta dalla Squadra Mobile di Udine e coordinata dalla Procura. Il primo, arrestato a Treviso, e' risultato il punto di riferimento a cui vari spacciatori sudamericani operanti in provincia di Udine si rivolgevano per rifornirsi di consistenti quantitativi di cocaina. A uno di loro, secondo quanto ricostruito dalla Squadra Mobile di Udine, avrebbe fornito almeno 4 chili di cocaina in sei mesi. La sua figura e' emersa anche nell'ambito di un'altra indagine dei Carabinieri di Latisana (Udine) che hanno ricostruito attivita' illecite nella zona della Bassa Friulana aggiungendo un ulteriore apporto alle accuse a suo carico. Il secondo, arrestato a Udine, e' invece risultato uno dei piu' attivi acquirenti di cocaina, droga che poi veniva distribuita sulla piazza di Udine e nella zona collinare del Friuli. Ai due uomini si e' risaliti nell'ambito degli sviluppi di un'indagine che l'8 maggio scorso aveva gia' portato la Polizia ad arrestare una coppia di dominicani, un uomo e una donna, trovati in possesso di circa 700 grammi di cocaina. (ANSA).
  • Ricercato per truffa 126 mln euro, arrestato da Cc Venezia

    (ANSA) - VENEZIA, 27 FEB - I carabinieri di Venezia hanno tratto in arresto un latitante svizzero di 42 anni, ricercato per una truffa da 126 milioni di euro ai danni di un imprenditore arabo. Nei confronti dell'uomo era stato spiccato un mandato di arresto internazionale ai fini dell'estradizione. Lo svizzero, scovato dai militari dell'Arma all'interno di una struttura ricettiva di lusso del centro storico lagunare, e' accusato di una truffa finanziaria avvenuta in un paese arabo, le cui autorita' hanno spiccato il mandato di arresto: particolarmente proficua, a tal riguardo, e' stata la collaborazione degli uffici Interpol per la Cooperazione Internazionale. Il trader, infatti, avrebbe, secondo le accuse, distratto la somma di 126 milioni di euro dalla societa' d'investimenti verso il suo conto corrente. I carabinieri, dopo averne seguito i movimenti a Venezia con diversi servizi di osservazione, lo hanno catturato mentre faceva colazione, prima del rientro nella sua nazione d'origine. Il 42enne e' stato portato in carcere a disposizione dell'autorita' giudiziaria. (ANSA).
  • PATTINAGGIO SU PISTA - Campionato Italiano su Pista Lunga, Baselga di Piné (TN)

    Specialità Sprint: 1^ class. Car. Sc. Yvonne Daldossi (Carabinieri); 2^ class. Car. Federica Maffei (Carabinieri); 3^ Gloria Malfatti (S.C. Pergine).
  • Acquisti con carte di credito rubate al postino, due arresti

    (ANSA) - RIMINI, 27 FEB - Facevano acquisti con carte di credito rubate nei centri commerciali di Rimini, occhiali firmati e generi di vestiario per un totale di 10mila euro, ma sono stati scoperti e arrestati dai carabinieri di Riccione che giovedi' hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Rimini. In carcere un uomo di 50 anni e il complice di 48, originari del Napoletano ma residenti a Rimini entrambi accusati di indebito utilizzo di carte di credito e ricettazione. In seguito alle svariate denunce presentate dai titolari delle carte di credito, avvisati di acquisti mai fatti tramite sms di sicurezza, i militari hanno scoperto che le carte di credito erano state rubate mentre il postino le consegnava all'intestatario. Decine le transazioni fraudolente per un valore complessivo di circa 10.000 euro. (ANSA).
  • FIRENZE: SPACCIA METADONE SULL'AUTOBUS, ARRESTATO

    Firenze, 27 feb. (Adnkronos) - Giovedì mattina, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pontassieve (Firenze) hanno arrestato un 27enne della zona nella flagranza dei reati di spaccio e resistenza a P.U.. L'uomo, pregiudicato e già ristretto ai domiciliari per una pregressa vicenda, con autorizzazione ad uscire due volte a settimana per recarsi al Serd di Firenze, aveva escogitato da un paio di mesi un sistema semplice ed apparentemente efficace per rivendere i flaconi di metadone somministratigli a scopo terapeutico: la cessione avveniva nel tragitto di rientro dal capoluogo a bordo di autobus di linea dove il venditore attendeva l'acquirente che, dopo lo scambio, scendeva solitamente alla fermata della Stazione ferroviaria di Pontassieve. Giovedì mattina però, sul bus c'era personale dell'Arma in borghese che, dopo aver osservato il rapido scambio a bordo del mezzo ed una volta fatto fermare ai colleghi l'acquirente appena sceso, con indosso il flacone prelevato, ha bloccato il 27enne, a sua volta disceso nei pressi di casa, nonostante il suo tentativo di sottrarsi all'arresto con reiterati spintoni agli operanti. Addosso all'uomo sono stati rinvenuti la somma di 20 euro e due pantaloni sportivi griffati, provento dello spaccio, oltre ad un altro flacone di metadone. L'arrestato, trattenuto in camera di sicurezza, sarà giudicato con rito direttissimo.
  • LPN-Taranto, cane antidroga fiuta 31 kg hashish e cocaina: 38enne in carcere

    Palagiano (Taranto), 26 feb. (LaPresse) - Droga, fra hashish e cocaina, per un peso complessivo di 31 chilogrammi, più quattro pistole, cento cartucce, una balestra e un taser. Tutto nascosto sotto il pavimento di un operaio di 38 anni di Palagiano, in provincia di Taranto. A fare la scoperta sono stati i carabinieri grazie al fiuto di Chichi, cane antidroga dell'unità cinofila di Modugno (Bari). Nel giardino di un'altra abitazione del 38enne, arrestato e portato in carcere, i militari hanno trovato due fucili a canne mozze, sei pistole di vario calibro, 160 cartucce, un silenziatore, 13 ordigni artigianali e un giubbotto antiproiettile.
  • BERGAMO: IN POSSESSO DI 1 CHILO DI DROGA, DENARO E MUNIZIONI, ARRESTATI

    Milano, 26 feb. (Adnkronos) - Arrestati a Romano di Lombardia in provincia di Bergamo N.A.C.., 22enne pregiudicato di Bariano e R.A., 42enne pluripregiudicato di origine marocchina residente a Cortenuova, poiché colti in possesso di un chilogrammo di hashish. I militari della Stazione di Romano di Lombardia, insospettiti per la presenza di un'autovettura in via Strada Campagna, hanno proceduto al controllo dei due occupanti che, a seguito di perquisizione, sono stati trovati in possesso di dieci panetti di hashish del peso complessivo di un chilogrammo oltre a quasi 6.000 euro in contanti ritenuti provento dell'illecita attività. A seguito di successiva perquisizione domiciliare, R.A. è stato trovato in possesso anche di 12 cartucce calibro 12 illegalmente detenute e pertanto deferito all'Autorità Giudiziaria pure per lo specifico reato. Dopo le formalità di rito, gli arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri di Treviglio in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo che si terrà in modalità telematica nella mattinata odierna.

Chi è online

Abbiamo 215 visitatori e nessun utente online

Contattaci